mercoledì 30 novembre 2016

Area Camper - Verita Illusione o Cacao Meravigliaoooo

che dire , il tentativo di screditare chi fa opposizione , raccontando e documentando le nefandezze di
una amministrazione incapace di realizzare una che sia un opera con procedura trasparente economica e veloce è sotto gli occhi di tutti.

Dire che Jonica TV che il sottoscritto , quando raccontano le storie del malaffare e del mala gestione fanno fotomontaggi ha dell'incredibile , anche perchè i cittadini di Policoro e le miglia di persone che vedono i nostri servizi , hanno la possibilità di recarsi sui posti e costatare di prima persona

Allora noi abbiamo deciso di fare questo filmato , sicuri della nostra lealtà intellettuale a loro lasciamo il senso della vergogna se hanno pudore

Dal Senegal Ottavio Frammartino


Verità, illusione o cacao meravigliaooo? from jonicatv on Vimeo.

sabato 19 novembre 2016

La condanna della Corte dei Conti e quella figura da straccioni


Spese di rappresentanza, che poi sono diventate spese per pranzi e cene e in alcuni casi spese per stanze d'albergo per loro e per "persone non autorizzate". 

Aggiungeteci poi le spese per "soggiorni in rinomate località turistiche" in piena estate e i 22 amministratori lucani (consiglieri regionali e assessori, attuali ed ex), condannati oggi dalla Corte dei Conti a risarcire i rimborsi ottenuti per tali spese, fanno proprio la figura degli straccioni. Oltre che dei 'ladruncoli'. Mangiare si sa è un piacere, farlo a sbafo e per di più a spese dei cittadini potrebbe passare per accattonaggio. Così come concedersi 'proibite fughe d'amore' a spese della comunità fa di voi dei pezzenti e non i don Giovanni che vedete quando vi guardate allo specchio. Perché sarà pur vero che l'Italia è un paese andato a puttane, ma non per questo gli italiani, e in questo caso i lucani, devono pagare anche per farvi andare a puttane (non me ne vogliano le puttane, il termine è usato in senso lato). Sappiamo bene che oggi una condanna della Corte dei Conti può far sorridere chi è abituato a ben altri crimini, tuttavia il cittadino medio, quello che va a fare il week end in albergo solo se può pagarselo (e oggi difficilmente può), potrebbe pensare che oltre ad aver perso il senso di come si amministra la cosa pubblica abbiate perso anche il significato del termine vergogna. 

di Giusy Cavallo

Basilicata 24.it

venerdì 18 novembre 2016

i presidenti di Giunta e consiglio della Basilicata , Pittella e Mollica condannati con altri 22 dalla corte dei conti.

Il governatore lucano dovrà risarcire 20mila euro per rimborsi "non dovuti"


 Il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella (Pd), è stato condannato dalla Corte dei conti di Potenza a risarcire poco più di 20mila euro di rimborsi indebiti per "spese di segreteria e rappresentanza". Con lui dovranno restituire parte dei rimborsi percepiti fra il 2010 e il 2012 il presidente del consiglio regionale lucano, Franco Mollica (Udc); il suo predecessore, oggi deputato, Vincenzo Folino (Si); l'assessore all'Agricoltura, Luca Braia (Pd), e il consigliere Paolo Castelluccio (FI).

Le condanne variano dai 17mila 922 euro di Mollica ai 3mila 722 di Folino. Le contestazioni riguardano in massima parte scontrini e fatture di alberghi e ristoranti, rimborsate senza alcuna dimostrazione della effettiva natura "di rappresentanza" della spesa sostenuta. "Non si comprende, per esempio - scrivono i magistrati - come una ricevuta fiscale di un pernottamento di due persone in una località turistica rinomata, in piena estate, possa plausibilmente ricondursi a una esigenza di rappresentanza quando manchi un riferimento a un evento pubblico, anche non istituzionale, che ne giustifichi la relativa imputazione".

Stesso discorso per pranzi e cene "a seguito del prolungamento dei tempi di lavoro di non precisate riunioni", dato che consiglieri e assessori regionali intascavano già un'altra indennità per il loro "sostentamento personale". Il totale delle condanne, ripartite fra 22 consiglieri e assessori regionali, in carica ed ex, è di 240mila euro. E' stato assolto, invece, l'allora presidente della Regione e attuale sottosegretario alla Salute, Vito De Filippo (Pd), per 2ila 600 euro di francobolli. Ma a causa delle stesse "spese postali" resta a processo davanti al tribunale di Potenza con l'accusa di peculato e falso assieme - fra gli altri - a Pittella e Mollica.
 Tra le 22 persone condannate a risarcire anche l'attuale presidente del Consiglio regionale, Francesco Mollica (Udc), all'epoca consigliere, l'attuale assessore all'Agricoltura Luca Braia (all'epoca consigliere regionale)  Antonio Autilio (14.543,34 euro), Paolo Castelluccio (6.664,16 euro), Giuseppe Dalessandro (5.932,48), Vincenzo Folino (3.722,82), Rosa Gentile (4.741,07), Attilio Martorano (12.503,78), Rosa Mastrosimone (14.382,82), Franco Carmelo Mario Mattia (9.321,10), Vilma Mazzocco (4.566,08), Nicola Pagliuca (4.374,75), Erminio Restaino (3.904,68), Vincenzo Santochirico (8.601,08), Luigi Scaglione (18.147,85), Vincenzo Viti (17.541,23), Alessandro Singetta (9.954,35), Gennaro Straziuso (27.486,94), Enrico Mazzeo Cicchetti (8.573,23), Rocco Vita (5.352,76), e Pasquale Robortella (10.976,93). Mentre oltre a De Filippo sono stati assolti Mario Venezia, Mariano Pici e Vito Gaudiano. 


sabato 12 novembre 2016

Oggi nella Sala Consiliare a Policoro il comitato per il NO


SABATO 12, ORE 19,00 NELLA SALA CONSILIARE DEL COMUNE DI POLICORO SI PARLA DI
COSTITUZIONE, LIBERTA', REPUBBLICA, DEMOCRAZIA, CON IL PROF. PANCHO PARDI. IL COMITATO DEL NO SPIEGA LE SUE RAGIONI E LO FA AL DI LA' DEGLI SLOGAN ELETTORALI, APRENDOSI ALLE DOMANDE E AI DUBBI DEI CITTADINI. NON UN NOIOSO CONVEGNO ELETTORALE, MA UN MOMENTO DI DIALOGO, DI APPROFONDIMENTO, UN MOMENTO PER DOMANDARE, PER CAPIRE, PER FAR CRESCERE UN'IDEA, PER VOTARE SENZA FARSI INGANNARE DAI PROCLAMI

giovedì 10 novembre 2016

Leone senza maggioranza e sotto lo schiaffo di Montano. Di Pierri : Vergogna

.Un consiglio comunale dove evidente è la crisi strutturale della maggioranza , anzi ex maggioranza che sostiene Leone . Lui il pataccaro è passato dalla maggioranza allargata che andava da Vetere a Carrera  per trovarsi oggi solo isolato , dove come potete vedere dal filmato , tenuto sotto scacco da Montano che lo irride
Inutile il suo tentativo di trovare sponda nella sua ex maggioranza , Forza Italia lo sostiene solo Modarelli , i trenta sono li e lo tengono sotto schiaffo , mentre Vetere per non alzare il dito , non si presenta , il consigliere ha un piano in piu degli altri. 
Carrera ormai è fuori , anche lui deluso da un sindaco inconcludente , bugiardo , e rabbioso .


Abbiamo chiesto un opinnione al consigliere Di Pierri che ci dice :
Leone è senza maggioranza da due anni ma tutti, lui compreso, continuano a fregarsene ed anziché dimettersi e liberare la città ormai sempre più mortificata, restano incollati fino alla fine alle poltrone e si preparano a darsi battaglia tra loro, a colpi di numeri e strategie, sul regolamento urbanistico, fregandosene dell'immobilismo e della disperazione a cui hanno condannato l'intera Policoro in ogni suo comparto produttivo ed anzi addirittura negandone sfacciatamente la gravità e continuando come dischi incantati a raccontare di un paese fantastico che esiste solo nelle loro chiacchiere, e questo è davvero da irresponsabili

venerdì 4 novembre 2016

Parco della cicogna : sottratto il gioco del leone , il sindaco ci dica dove è ?


Dove è il Gioco del leone ?

Non è uno scherzo , ma era uno dei giochi previsti del parco della cicogna ma non ancora istallato  vedete il filmato che pubblichiamo nella parte finale e capirete .

Ma a quel parco costato oggi 195 mila euro , figlia dell'ennesima variante truffa dell'amministrazione Leone , non manca solo il gioco , ma tutta la pavimentazione in un materiale particolare ecologico , che era la parte caratterizzante del parco che ne giustifica la spesa , sottratta al progetto evidentemente per un errore madornale del computo metrico.

E poi dove è il manto erboso ?

Infatti l'impresa scrive in una nota all'amministrazione che :

"Ciò posto, il mancato attecchimento del tappeto erboso è ascrivibile esclusivamente ad una previsione progettuale carente e del tutto inadeguata, nonostante gli sforzi dell’impresa di provvedervi con sistemi di irrigazione alternativi con l’utilizzo periodico di autobotti con notevoli aggravi di spesa. Inoltre, l’inadeguatezza del progetto dell’impianto di irrigazione è tanto più oggettivamente evidente "

Rocco Leone cosa ci dice su questo ?

Inoltre domandiamo al sindaco Pataccaro : L'impianto elettrico è a norma ?

se è a Norma ci fai vedere le certificazioni che non abbiamo trovato tra la documentazione del progetto  , caro Rocco ci fai  vedere elaborato delle perizie delle panchine  ?

Noi invece ti facciamo vedere con una foto (v.foto sopra) cosa succede quanto l'erba è umida.

Rocco in poche parole quel parco è in sicurezza per i nostri Bambini , ripeto è in sicurezza per i nostri BAMBINI.

Gli ancoraggi dei giochi sono stati fatti come dio comanda o alla ............

1* Parte


Il Parco della Vergogna from jonicatv on Vimeo.